INSTALLAZIONI

LA PREPOTENZA

la prepotenza ha un’andata

come da ingranaggio a ore

 

va somministra con lucida progressivitÓ

                                            su  mucchietti di autoritarismo

 

  Ŕ consigliabile sciorinarla in zone amene

                                 di facile accesso ai bambini

 

gli effetti propulsori della progressione

risulteranno devastanti

 

in caso di recidiva… niente panico

il contenimento forzato non Ŕ previsto

 

NON LASCIATEMI

non lasciatemi solo a NY

              salvatemi dalla sindrome della bellezza

  

 da questa turbativa        illiberale

che giganteggia  impunita in fondo all’orizzonte

 

 squarciata da sbalzi  che hanno campo

                                              nell’inciso      dell’affaccio

  

     incomprensibile proposito di declinazioni

miracolante aggressione costruita in abisso

  

                                            fate che la sua voce non intoppi

                      le mie distaccate presunzioni europee

 

  LASCIAMO

lasciamo da parte gli

         ispessimenti

non facciamoli partecipare alla recita

  

raspiamoli via

  con la lama dei denti

  

la commedia non vuole ruoli grevi

 

 cassiamo lo smottamento dei monologhi

il vocalizzo delle interiezioni

via il picchiettio sgocciolante delle domande

meglio evitare anche i flash-back

  

                                                  stanotte Ŕ riemersa la lievitÓ

  

LA RIUNIONE

la riunione si fa per discutere casi

conta molto che siano ben documentati

  

 con i punti all’ordine

precedenti  e successivi

                accostati ricuciti precisi 

 

                             ricami di pazienza ingegnosa

sovrapposti al disegno confacente

  

                                     smerlettature di ardimento

                   trame di trine con vedo e non vedo

  

                   orditi sul filo del prevedibile defilo